Open P. Messoriano 2019: vince Tommaso Roggero

Sicuramente il modo migliore per onorare la memoria di un grande uomo e di un grande uomo di sport qual era Pierangelo ” Messo” Messoriano era dedicargli un grande appuntamento.
E così è stato. Il torneo di tennis “Open 2019”, magistralmente diretto da Alessandro Riba, ha centrato più di un  obiettivo: nell’anno che segna il 50esimo di fondazione del T.C. Caselle, è andata in scena una doppia settimana tennistica da leccarsi i baffi; mai avevamo avuto una partecipazione qualitiva di questa portata; mai avevamo avuto un conforto numerico di questa fatta.
La finale maschile del “Pierangelo Messoriano 2019” è stata la degna conclusione di una gara destinata ancora a crescere negli anni futuri.
Ha vinto il torinese Tommaso Roggero che in due set abbastanza agevoli ha avuto la meglio sul toscano Federico Maccari.
La prima partita ha avuto il momento topico nel decimo game, quando Maccari bruciava cinque opportunità per portarsi sul 5 pari e si faceva recuperare e superare dall’avversario: Roggero chiudeva la prima partita per 6 giochi a 4. Il secondo set aveva vita più breve perchè, complici parecchi errori di misura di Maccari, si arrivava ben presto sul punteggio di 5 a 2 per Roggero, che, forte d’un servizio potente e preciso, non concedeva mai palle break e continuava a martellare da par suo di diritto.
C’era il tempo di uno scatto d’orgoglio di Maccari che cancellava  le prime due palle-partita e accorciava le distanze portando il punteggio sul 5 a 3, ma poi Roggero ingranava solo marce alte e chiudeva: game, set and match per Roggero per 6-4 6-3.
S’è chiusa così una quindicina esaltante che lascia il desiderio di ricominciare quanto prima ad organizzare: il torneo di “Messo” il prossimo anno sarà ancora più bello e più grande: se lo merita e faremo di tutto per farlo.
Un enorme grazie a Stefania De Nozza per l’incomparabile apporto che ci ha regalato, a Eros Marangon, giudice arbitro “simply the best”, a Roberto Alice per la cura con la quale ha seguito il sito del torneo.

Elis Calegari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *